La città di Roma può essere conosciuta in molti modi, ma il numero di giorni che ci si troverà determina l’itinerario che si può fare. Tuttavia, visitare Roma in 48 ore è abbastanza tempo per avere una buona prospettiva della città. Ovviamente non devi sprecare un minuto.

A DESTINO ROMA ti mostriamo il modo migliore per esplorare piazze e fontane, monumenti e chiese e portare a casa il meglio delle immagini della città.

Qué ver en Roma en dos días

giorno 1 a Roma

Cosa fare appena arrivi? Fai una passeggiata per il centro della città e conosci le sue strade, piazze e fontane. Roma si conosce girovagando, non mi stancherò mai di dirlo. TUTTE le strade valgono la pena, quindi anche se ti perdi, non sarà stato per niente.

Da piazza Venezia a piazza del Popolo sarebbe una zona. E da Piazza Venezia al Colosseo sarebbe un’altra. Pertanto, una parte può essere eseguita al mattino e l’altra al pomeriggio, l’ordine in realtà è indifferente.

La mattinata sarebbe stata dedicata all’antica Roma. Inizierebbe con il Colosseo e l’Arco di Tito, e da lì si accede al Foro e al Palatino. Il tempo che vuoi allocare dipende da te. Puoi visitare tutto in 45 minuti o in 3 ore, che è già una decisione personale e l’interesse a conoscere più o meno a fondo i monumenti.

Si consiglia di acquistare i biglietti in anticipo per evitare le code e sfruttare al massimo il tempo.

A seconda del tempo che dedichi, può impiegare tutta la mattina o anche poco, quindi, se ci vuole poco, ti consiglio di visitare il monumento a Vittorio Emanuele II, in onore del primo re dell’Italia unita. Dai un’occhiata ai monumenti del Foro, del Colosseo e dei Mercati di Traiano, così puoi avere un’altra idea di com’era l’antica Roma.

Scendi al fiume Tevere attraverso Piazza del Campidoglio, dove si trovano la statua di Romolo e Remo e il municipio. Continuate quella strada verso il Teatro Marcello arrivando alla Chiesa di Santa María de Cosmedin, dove si trovano la Bocca della Verità, il Foro Boario e il Circo Romano. Questa passeggiata può durare un’ora.

Risalite la stessa strada e tornate in Piazza Venezia. Oppure attraversa il Ghetto fino a Piazza delle Tartarughe e Campo dei Fiori, una delle piazze più vivaci della città. Devi visitarlo giorno e notte e conoscere i suoi diversi ambienti. Consiglio di mangiare in questa zona.

A cinque minuti, attraversando Corso Vittorio Emanuele II, appare Piazza Navona, un buon posto per fermarsi ad ammirare le tre fontane. Proseguiamo verso Piazza della Rotonda e il Pantheon. In ogni angolo ci sono molti famosi caffè e gelaterie. Quindi ti consigliamo di fare un’altra sosta per goderti gli angoli della città.

Segui le indicazioni e raggiungi Via del Corso. Attraversate la strada e quasi dritto davanti a voi c’è l’incredibile Fontana di Trevi. Se credi alla leggenda, cogli l’occasione per lanciare una moneta e assicurati di tornare a Roma!

Continuare su Via del Corso in direzione opposta a Piazza Venezia. Guarda bene perché ci sono numerosi monumenti storici, edifici istituzionali e chiese.

Continua a camminare e accedi a Piazza di Spagna attraverso Via dei Condotti ei suoi negozi di lusso. Siediti sui suoi gradini e guardati intorno con calma. I colori, gli edifici, la luce che cade su di loro, le persone che camminano. Qualunque cosa.

Dall’alto di Plaza de España prenderei Viale della Trinità dei Monti fino alla Terrazza del Pincio. I panorami di Roma sono uno spettacolo, sia al mattino che al tramonto. Sul retro della Terrazza si trova il parco di Villa Borghese.

La giornata sarebbe finita più o meno da queste parti. Se hai ancora voglia di fare una passeggiata, ti consiglio di scoprire Roma la sera dopo cena. Percorri il Lungotevere verso l’Ara Pacis fino a raggiungere Castel Sant’Angelo e vederlo illuminato. Puoi andare in Piazza Vaticano e vedere il magnifico quadro e tornare in centro da Ponte Sant’Angelo e prendere le strade di Via del Banco di Santo Spirito fino a raggiungere Via del Governo Vecchio.

Giorno 2 a Roma

Il secondo giorno avrebbe visitato la Città del Vaticano. Non è necessario essere oltre le 9 del mattino in Piazza San Pietro. La prima cosa è visitare la Basilica di San Pedro, il tempio più importante del cattolicesimo. Mettiti in fila per passare il controllo il prima possibile. Da visitare la basilica, le tombe papali e la cupola. Per me fondamentale è quest’ultimo e prendere uno dei panorami più spettacolari della città.

Come ho commentato nella parte dell’Antica Roma, il tempo di visita dipende dal tempo che si vuole dedicare. Successivamente avrebbe visitato i Musei Vaticani. Tieni presente che è un accesso diverso in cui devi fare un’altra fila, che impiega molto tempo e che chiude la domenica, tranne l’ultimo di ogni mese (nel caso in cui la tua visita coincida nel fine settimana). Tuttavia, il capolavoro è la Cappella Sistina di Michelangelo, quindi la visita potrebbe essere piuttosto breve.

Evitare code

La coda per accedere ai Musei Vaticani è in assoluto la più fitta di Roma. Pertanto, ti diamo diversi consigli per evitarli.

La prima opzione è prenotare il biglietto tramite il sito del Vaticano, che comporta una maggiorazione di 4 €.

Acquista qui.

Al termine della tua visita in Vaticano, prendi Via della Conciliazione fino a Castel de Sant’Angelo, senza dubbio uno dei monumenti più iconici di Roma. Ha anche una bellissima vista, soprattutto sul fiume, e una caffetteria molto carina.

Prenderei un autobus per il Lungotevere, ce ne sono tanti, oppure farei una passeggiata a seconda del tempo a disposizione, per arrivare a Trastevere, uno dei quartieri preferiti di Roma da tutti i viaggiatori. Dopo questa intensa giornata di visite, potrebbe essere l’ora del pranzo, del caffè o della cena a Trastevere.

L’atmosfera è autentica e c’è un’ampia scelta di ristoranti a prezzi molto convenienti. È fondamentale bere qualcosa su una terrazza in Plaza de Santa María in Trastevere.

Puoi tornare in centro dall’Isola Tiberina, e tornare indietro per attraversare un angolo che ti è piaciuto. Capisco che la cosa normale sarà che dovrai tornare in aeroporto o il giorno dopo la mattina.

È importante sapere che se andrai a Roma per così poco tempo, non avrai tempo per visitare musei o allontanarti dal centro per visitare il Quirinale, le Terme di Caracalla, Santa María la Mayor o San Juan de Letrán.

Dovresti sapere che potresti stare vicino a Termini o arrivarci, quindi il percorso potrebbe variare leggermente.

Tours

Un’ottima opzione è noleggiare un tour gratuito o un tour di uno dei monumenti che ti interessano o del quartiere del centro, e in questo modo hai la garanzia di sapere cosa ti interessa davvero.

Quando suggerisco cosa vedere a Roma, mi piace consigliare un tour hop-on hop-off per uscire dal centro e avere un quadro più ampio di com’è Roma. Sono tante le aziende che lo promuovono ed è una possibilità per conoscere la capitale italiana da un altro punto di vista.

I percorsi che di solito si fanno escono dalla zona più turistica: si sale al Gianicolo, alla Basilica di San Paolo fuori le Mura … è il modo perfetto per avere una visione più ampia di Roma.

E ovviamente è un ottimo mezzo di trasporto, perché sali su un monumento, vai su quello successivo, risali, scendi di nuovo.

Torna su